Simboli

Ibraim Qashoush, poeta e cantautore siriano, è stato assassinato il cinque luglio del duemilaundici dal regime. Il cadavere, con la gola tagliata, è stato ricuperato nel fiume Al- Assi. Ibraim diventa il simbolo della lotta per la libertà, del coraggio di cercare la democrazia anche quando ti bollano come terrorista e fondamentalista, nel tentativo di spegnere definitivamente la tua voce. Ma questa voce non può spegnersi più.

Pubblicato agosto 5, 2011 da allombradellaluna in Senza Categoria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: