Archivio per giugno 2011

Inciampi

Perché si scrive? Per salvarsi l’anima? Oppure il poeta canta, perché in fondo non sa fare diversamente? Forse è su questo versante che si pongono i versi di Anna Maria Curci, che sa maneggiare gli strumenti tecnici della versificazione in un contesto di libertà che cerca continuamente di superare gli inciampi e i marcapiano che si frappongono inevitabilmente sulla strada.

Pubblicato giugno 22, 2011 da allombradellaluna in Senza Categoria

Poesia come vita

Stefanie Golish ci gratifica di uno dei suoi doni divenuti ormai abituali in Lpels: la conoscenza di una poetessa con la quale probabilmente non saremmo entrati mai in contatto: Hilde Domin, venuta a mancare cinque anni fa, autrici di versi essenziali, scavati nella esperienza vissuta; soprattutto l’esperienza del dolore, se pensiamo che la poesia è nata in lei dopo la morte della madre: un’arte che diventa tentativo di scendere dentro i misteri dell’esistenza umana.

Pubblicato giugno 22, 2011 da allombradellaluna in Senza Categoria

Crescita

Lpels è partito come blog personale di Fabrizio Centofanti. Poi l’incontro con Franz Krauspenhaar ne ha fatto un blog collettivo di letterature e società che ha scalato vittoriosamente le classifiche nazionali. Oggi è tra i blog letterari più importanti d’Italia, insieme con Nazione indiana, Carmilla, Lipperatura, Vibrisse.

Pubblicato giugno 21, 2011 da allombradellaluna in Senza Categoria

Tradizioni esoteriche

Sulla Cabala ci sono molti pregiudizi e soprattutto molta ignoranza. In realtà si tratta della tradizione esoterica della mistica ebraica, che concerne gli attributi di Dio in relazione ai mondi invisibili. Non è una religione, è semmai il punto di contatto degli esploratori dello spirito, che sono alla ricerca di un contatto più immediato con Dio. I cabbalisti pensano che le prime rivelazioni sia avvenute al tempo di Adamo e che i padri successivi ne accolgano l’eredità.

Pubblicato giugno 18, 2011 da allombradellaluna in Senza Categoria

Mondi altri

Continua il romanzo on line di Fabrizio Centofanti sulla vita di un Gesù calato nel presente. Nonostante il fatto che la storia sia nota, la trama è ricca di colpi di scena, di eventi inaspettati, come questa predicazione appassionata interrotta da uno sparo improvviso: un profeta non ha vita facile, soprattutto se propone un mondo alternativo, come ha fatto Yehochoua.

Pubblicato giugno 16, 2011 da allombradellaluna in Senza Categoria

Quasi fiabe

Una raccolta di quasi fiabe, scritta per rispondere a un invito di un editore. L’autore pensa di recarsi in Liguria per ascoltare la gente, farsi raccontare ciò che a loro volta gli è stato narrato. Si sarebbe trattato poi di riportare il tutto cercando di entrare in sintonia con quelle voci, con quei racconti orali, intervallandoli magari con memorie personali, o con cose scritte in proprio, oppure, ancora, chiedere di scrivere per un’antologia.

Pubblicato giugno 14, 2011 da allombradellaluna in Senza Categoria

Padiglione Italia

L’Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia è un’operazione per lo meno ambigua: opere affastellate in tutti i centimetri di spazio, senza un filo conduttore, senza un tema comune, l’idea di rendere il disordine strutturale di una nazione che certamente ha le idee più chiare di quanto si voglia far credere sì. Quando manca una gerarchia di valori e un discernimento adeguato intorno alle scelte da compiere, allora è il caos.

Pubblicato giugno 8, 2011 da allombradellaluna in Senza Categoria