Una mano a Dio

Se c’è un rinnovamento da compiere, è in questa direzione, senza temere di affrontare argomenti delicati, o comunicare schiettamente acquisizioni esegetiche e teologiche. La gente ha fame di verità e sete di dialogo. Gesù ha proclamato beati gli affamati e gli assetati, cerchiamo di non renderli infelici. Diamo una mano a Dio, finché possiamo.

Fabrizio Centofanti

Pubblicato settembre 29, 2009 da allombradellaluna in diari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: