Draghi, mostri e la terapia

un racconto di Piero Moroni

DUE

Confuso, avevo voglia di camminare un poco, ieri sera dopo il silenzio magico del Clairon e dopo aver salutato le serveure antipatico, decido di incamminarmi scendendo le scale di rue du Calvair.
Strane ombre tra cui una che faceva fumo, mi seguivano.
Ho incontrato Pascal che lui, Pascal, dorme sotto una scalinata e che Enrico gli ha regalato un sacco a pelo nuovo e Pascal mi ha raccontato delle sue avventure che io non ci credo alle avventure di Pascal e poi dopo aver salutato Pascal e dopo avergli dato 10 Euro sono entrato Au Rendez Vous des Amis in Rue Gabrielle.
C’era Marcos, l’argentino, ieri sera.
E mi ha offerto una birra e con lui c’era una tipa di nome Ana, Maria Ana, che è diverso da Marianna e con Ana Maria c’era anche un’altra tipa che era sua amica e collega di lavoro e che si chiamava, Rita Maria che non è Maria Rita.
Entrambi belle ragazze.

Pubblicato settembre 7, 2009 da allombradellaluna in racconti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: