Archivio per maggio 2008

Lansdale a Massenzio   Leave a comment

La serata è calda. Intendo metereologicamente. La temperatura, anche sceso il sole, gigiona intorno ai 27-28°. La gente prende posto fra le sedie, disposte a semicerchio davanti al palco.

Il palco è ricavato in una cornice unica. Chissà se l’architetto romano che ha disegnato Massenzio avesse previsto che diversi secoli dopo ciò che maestosamente resta della sua opera dovesse ospitare, nell’ambito di una manifestazione come il festival delle letterature, due fra gli autori fra i più lontani da tutto ciò che è storico (intendendo qui l’accezione più rigorosa del termine).

QUI

Pubblicato maggio 29, 2008 da allombradellaluna in Senza Categoria

Provocazione in forma d’apologo 61   Leave a comment

Poche ore prima di morire Roroté chiamò i discepoli intorno al suo giaciglio, e guardandoli amorevolmente uno ad uno cominciò a dire loro: “Fra poco non sarò più tra voi, e voi dovrete tornare nel mondo cercando di mettere in pratica ciò che avete appreso in questi anni.”

QUI

Pubblicato maggio 26, 2008 da allombradellaluna in Senza Categoria

Verne   Leave a comment

Rileggere Jules Verne può essere un’esperienza dolorosa come incontrare la compagna di banco che ci faceva battere il cuore e trovarla ingrassata, disfatta, con dipinta sul volto una fisionomia da inconsapevole megera, e immaginare la vita d’inferno che avrà fatto passare a marito e figli negli ultimi quarant’anni. Eppure anche così, anche davanti all’evidenza del disinganno, capita di cogliere in un gesto, in un’occhiata, l’eco di sensazioni che credevamo perdute, di desideri che in gioventù ci sembravano nuovi e sconvolgenti e mai provati da nessuno, e che anche oggi non vogliamo riconoscere per quel che sono: vecchie esche di una vecchia trappola

QUI

Pubblicato maggio 23, 2008 da allombradellaluna in Senza Categoria

provocazione in forma d’apologo 60   Leave a comment

Pochi in giro lo sapevano, perché non mi andava di parlarne, ma non sono figlio unico. Avevo un gemello del tutto diverso da me: un bel ragazzo sportivo che piaceva alle donne, voleva diventare scrittore, suonava la chitarra e andava in moto come un pazzo. Andava in moto come un pazzo anche la notte in cui raddrizzò una curva e si schiantò contro un palo. Giunsi in ospedale che lui era già morto, così che non potei raccogliere le ultime parole che, come mi dissero, voleva rivolgermi.

QUI

 

Pubblicato maggio 19, 2008 da allombradellaluna in altro

Manifesto per la letteratura   Leave a comment

Perché un “manifesto per la lettura”? Perché l’ennesimo appello da sottoscrivere (attività fin troppo facile, priva di sostanziale assunzione di responsabilità)?

QUI

Pubblicato maggio 18, 2008 da allombradellaluna in Senza Categoria

Agghindarsi con raggi di luna   Leave a comment

Agghindarsi con raggi di luna
e falene colorate,
correre dietro
all’ultimo refolo sapido di sale,
imbavagliarlo e nasconderlo
dove né il mare né il vento né le nottole
possono a liberarlo.
Saltellare
sull’ultima lingua d’acqua della spiaggia;
gli spruzzi ci bagnano
le natiche il petto,
ci arrossano gli occhi.
allungarsi sulla rena
col fiato che chiude la gola,
avvoltolarsi in un goloso abbraccio,
nudi
sotto gli occhi del firmamento,
mentre lontano passeggia
il suono d’un vapore.
Appisolarsi nelle mani della stanchezza,
fino a che la voce della prima aurora
non viene a darci la sveglia…

Rino Passigato

Pubblicato maggio 16, 2008 da allombradellaluna in poesia

Asimov   Leave a comment

L’attenzione (…) di ogni lettore sarà richiamata da una storia della decadenza e caduta dell’impero romano, forse la scena più grandiosa e impressionante nella storia dell’umanità (…) Fu tra le rovine del Campidoglio che concepii l’idea di un’opera che mi ha occupato e ricreato per circa vent’anni della mia vita… Con queste parole, il 27 giugno del 1787 (due anni prima di un’altra storica caduta: quella della Bastiglia), Edward Gibbon licenziava le quasi tremila pagine del suo capolavoro, una cavalcata di quindici secoli da Cesare Augusto fino al vittorioso assedio di Maometto II a Costantinopoli.

QUI

Pubblicato maggio 14, 2008 da allombradellaluna in altro